Cina: Nrdc, prezzi al consumo sotto al 5% in novembre e dicembre


(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 24 ott - L'aumento dei
prezzi al consumo in Cina scendera' al di sotto del 5% a
novembre e dicembre, quando le misure del governo avranno
contribuito a contenere l'inflazione. Lo ha detto Peng Sen,
un alto funzionario cinese, citato lunedi' dall'Agenzia Nuova
Cina. "L'indice dei prezzi al consumo, un indicatore chiave
dell'inflazione, si ridurra' a meno del 5% nei prossimi due
mesi", ha detto Peng Sen, vice-presidente della Commissione
nazionale di riforma e sviluppo (Nrdc), l'agenzia di
pianificazione cinese, citato dall'agenzia di stampa
statale. Il governo e' riuscito a contenere l'aumento dei
prezzi dopo "aver garantito l'aumento dell'offerta, costi
logistici ridotti, aver represso le speculazioni sui prezzi,
e avere normalizzato l'espansione monetaria", ha detto Peng,
secondo quanto riportato da Nuova Cina. La Cina aveva
fissato a marzo l'obiettivo di mantenere l'inflazione
attorno al 4%, ma i prezzi sono saliti del 6,5% in luglio,
il livello piu' alto in tre anni, per poi scendere
leggermente al 6,2% in agosto e al 6,1% in settembre. "La
lotta contro l'inflazione e' stata efficace", ma l'ambiente
internazionale cosi' come i problemi legati agli squilibri di
sviluppo in Cina hanno reso "la regolamentazione economica
piu' complessa", afferma il funzionario cinese. La lotta
contro l'inflazione e' dall'inizio dell'anno la priorita'
numero uno del governo, che teme che l'aumento dei prezzi,
in particolare quelli alimentari, che sono saliti del 13,4%
su base annua nel mese di settembre, possa causare
instabilita' sociale. Ma le restrizioni del credito hanno di
recente turbato le piccole e medie imprese, alcune delle
quali sono state anche colpite nelle loro esportazioni dalle
difficolta' delle economie europee e americana, una
situazione che sta portando a Pechino ad allentare in modo
mirato le condizioni per la concessione di nuovi prestiti.
Col-Mai-Y-


(RADIOCOR) 24-10-11 10:07:43 (0102)FE,CINA 3 NNNN