Cina: la siccita' si aggrava nel centro del Paese, rischio inflazione


(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 25 mag - La Cina
centrale sta soffrendo di una siccita' senza precedenti, la
piu' grave nell'ultimo mezzo secolo, con un drastico calo
delle riserve idriche, che sta aggravando la carenza di
energia elettrica e paralizza il ciclo di semina del riso.
Secondo il China Daily, il volume delle piogge da gennaio ad
aprile nel bacino del fiume Yangtze, il principale fiume del
Paese, e' del 40% inferiore ai livelli medi degli ultimi 50
anni. Il governo ha ordinato che la diga delle Tre Gole, la
piu' grande del mondo, situata sul fiume, aumenti dal 10 al
20% l'erogazione di acqua nelle prossime due settimane per
ovviare alle carenze di acqua potabile e per irrigazione piu'
a valle. Nella provincia di Hubei, quasi mezzo milione di
persone attualmente devono affrontare i problemi di accesso
all'acqua potabile, secondo il China Business News.
La mancanza di acqua costituisce una minaccia per
l'inflazione, soprattutto per il prevedibile aumento dei
prezzi alimentari che possono aggravare le tensioni sociali.
La siccita' aggrava inoltre la carenza di elettricita' di cui
soffre regolarmente l'economia cinese. L'energia
idroelettrica e' la seconda fonte energetica della Cina dopo
il carbone.
Mai

(RADIOCOR) 25-05-11 10:07:34 (0091) 5 NNNN