Cina: la banca centrale alza il tasso sui depositi di 25 punti base

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 20 - La Banca centrale cinese ha alzato il tasso sui depositi e prestiti a un anno di 25 punti base. Quello sui depositi passa al 2,5% mentre quello sui prestiti al 5,56%. La misura sara' operativa da domani 20 ottobre. L'annuncio e' arrivato attraverso il sito Internet della Banca centrale. L'annuncio a sorpresa da parte della Banca centrale cinese sull'aumento del costo del denaro, il primo dal dicembre 2007, riflette secondo gli osservatori diverse preoccupazioni. La principale e' rappresentata dalla forte crescita di liquidita' che, misurata in termini di M2, sta aumentando mediamente del 15% all'anno. Secondo i dati emersi in occasione dell' International Finance Forum di Shanghai, negli ultimi dieci anni e' aumentata del 434%.
La difficolta' nel controllare l'emissione di moneta si traduce in un continuo rischio di ripresa dell' dell'inflazione e di surriscaldamento dell'economia in alcuni settori. In agosto il tasso che misura l'aumento dei prezzi si e' collocato al 3,5% e gli economisti prevedono una crescita al 3,6% a settembre. Finora una parte della liquidita' in eccesso e' confluita sul mercato immobiliare ma ora gli sforzi del Governo per controllare gli aspetti speculativi del fenomeno, rischiano di rendere meno praticabile questa strada. Il tentativo quindi e di rendere di nuovo attraente il risparmio bancario.