Cina: in calo quotazioni rame a Shanghai

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 02 mar - Il rame a termine sullo Shanghai Futures Exchange (Shfe) ha perso terreno oggi, in un ripiegamento di origine tecnica, dopo il balzo di ieri stimolato dai timori sulle conseguenze del terremoto cileno sull'attivita' mineraria del primo produttore mondiale di metallo. Il contratto banchmark giugno ha chiuso in calo dell'1,4% a 59.730 yuan. "L'effetto Cile e' stato di breve durata, ma non abbiamo ancora una chiara prospettiva della domanda di investimento globale per il settore" ha detto Zhu Binm direttore ricerche per Nanhua Futures. Gli stocks relativamente alti di rame ai magazzini del Shfe hanno pure pesato sulla quota come pure l'indebolimento dell'euro contro il dollaro, indicatore dei timori permanenti sulla situazione debitoria greca. "I prezzi del rame sono relativamente alti e ora devono fare I conti con il rafforzamento del dollaro", ha aggiunto Zhu. "Penso che il 2010 sara' l'anno della stabilizzazione dei prezzi del rame, dopo la forte ascesa del 2009". L'alluminio a Shanghai ha perso oggi l'1,1% e lo zinco il 2,3%.