Cina: Huang Guangyu, dopo condanna lotta per mantenere controllo Gome

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 31 ago - Condannato in appello per insider trading e corruzione a 14 anni di prigione, 600 milioni di yuan di multa e a cedere asset per altri 200 milioni, Huang Guangyu, l'ex uomo piu' ricco della Cina secondo Fortune, cerca di mantenere il controllo del gruppo Gome di cui e' stato fondatore, e che fino al 2008 era la prima catena di elettrodomestici cinese. Il 28 settembre l'assemblea degli azionisti dovra' decidere se liquidare, come richiesto da Huang, l'attuale chairman del gruppo, Chen Xiao. Inoltre Huang si oppone alla proposta di un aumento di capitale del 20% accompagnato da opzione agli azionisti attuali. Huang contesta anche l'ingresso come investitore, di Bain Capital con un'ulteriore quota del 10%. Entrambe le operazioni sono invece proposte da Chen Xiao. Attualmente Huang controlla ancora il 35,7% di Gome ma la sua quota sarebbe fortemente diluita con i nuovi aumenti. Per fare pressione sull'assemblea Wang minaccia di rescindere il contratto di gestione con una rete di 381 negozi che sono sotto il suo diretto controllo e che fruttano a Gome 230 milioni anno. Nel primo semestre di quest'anno i ricavi di Gome ammontano a 3,65 miliardi di dollari con un aumento del 21% su base annua e il margine di profitto supera il 5% rispetto al 3,3 per cento di un anno fa.