Cina: Governo autorizza acquisto bond con yuan provenienti dall'estero

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 17 ago - Nuovo passo della Cina per promuovere l'utilizzo dello yuan fuori dai suoi confini. Il Paese asiatico si sta muovendo per migliorare il profilo della sua valuta a livello internazionale e allo stesso tempo tenere il controllo dei capitali per difendersi dagli speculatori. La Cina ha autorizzato l'utilizzo degli yuan accumulati all'estero attraverso operazioni commerciali o scambi tra banche centrali per l'acquisto di obbligazioni cinesi, come reso noto dalla Banca centrale cinese. Questa apertura dovrebbe, secondo l'Istituto, alimentare l'utilizzo dello yuan negli scambi commerciali cosi' da rendere la valuta piu' internazionale. La Banca centrale ha indicato inoltre tre tipi di istituzioni autorizzate a investire gli yuan provenienti dall'estero in obbligazioni cinesi: banche che fanno transazioni in yuan a Hong Kong e Macao, Banche centrali estere che hanno siglato accordi di swap con la Cina (allo stato ce ne sono sette per un totale di 800 miliardi di yuan), e, infine, le banche estere impegnate in accordi commerciali transnazionali in yuan.