Cina: Gao Jian (Cdb) prevede benefici da aperture Europa

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 07 ott - L'economia cinese e' promettente e, il Paese, nonostante alcune barriere rappresentate dall'invecchiamento della popolazione, sta facendo numerosi sforzi per offrire opportunita' e stabilita', e guarda ad una maggiore apertura dell'Europa come beneficio per la strategia di crescita. E'l'opinione di Gao Jian, vice-governatore di China Development Bank (Cdb), una delle maggiori istituzioni bancarie cinesi, intervistato da Radiocor sul futuro e le strategie dell'economia cinese, in occasione del bilaterale Italia-Cina che vede l'istituto cinese in prima linea nella firma di accordi economici. "L'economia cinese e' promettente - risponde Gao Jian - e sta anticipando in modo piu' rapida di altri la ripresa, per quest'anno si attende una crescita del pil del 9,5% e il Paese sta facendo notevoli sforzi di ristrutturazione economica, di progressi tecnologici, di lotta all'inflazione". E' vero, ammette Gao Jian, che ci sono talune barriere alla crescita come l'invecchiamento della popolazione, ma "sono stati fatti progressi, e' in atto un piano di riconversione dell'economia, abbiamo fatto progressi nella riduzione delle emissioni Co2, il governo adottera' politiche fiscali per aumentare i consumi interni, si sta liberalizzando progressivamente il tasso di cambio: siamo confidenti che questi problemi saranno superati". Il Paese, quindi offre opportunita' e sono stati fatti numerosi sforzi anche per garantire nel Paese piu' pace stabilita'.
Di qui l'auspicio di una maggiore apertura dell'Europa che puo' portare alla Cina benefici. "Noi crediamo - ha detto - di poter beneficiare molto dalle relazioni con l'Europa; in questo momento siamo interessati a rafforzare i rapporti con i paesi europei". Gao Jian si e' anche soffermato sugli accordi che vengono firmati oggi e che devono protagoniste la neonata Cdb securities e il fondo Mandarin: "Firmiamo quattro accordi, e' l'inizio della cooperazione tra gli istituti dei due Paesi amici. Il fondo Mandarin e' stato costituito nel 2005 e da allora ha dato impulso a favorire la cooperazione tra i nostri Paesi con relazioni ancora piu' strette e successo degli investimenti".