Cina: Fitch mette in guardia contro debolezza governance


(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 18 lug - L'agenzia di
rating Fitch lunedi' ha messo in guardia contro la
"debolezza" nella governance delle imprese cinesi e la
mancanza di "informazioni di qualita'" agli azionisti, dopo
una serie di scandali che coinvolgono societa' di revisione
contabile. Alcune aziende sono a rischio di essere accusate
di frode, a volte a torto, e questo puo' interferire col loro
tentativo di raccogliere fondi, ha detto Fitch. "Alcune
delle accuse sono legittime, altre sbagliate, molte saranno
un misto di entrambi", ha detto Fitch. Il rapporto, che
prende in esame 35 aziende, e' stato pubblicato mentre le
aziende cinesi quotate all'estero sono sotto osservazione
piu' attenta a causa dei sospetti su manipolazioni dei conti.
Le autorita' di borsa degli Stati Uniti hanno sospeso la
quotazione di alcune aziende cinesi quest'anno, accusandole
di irregolarita', come quella di tenere due contabilita' o per
il comportamento dello loro societa' di revisione. Secondo
Fitch, il numero di "accuse e indagini" non dovrebbe
rallentare nel breve termine. "Sembra che gli investitori
stranieri facciano il lavoro che il mercato cinese,
sottosviluppato, non e' in grado di fare: spingere i capi
delle aziende cinesi ad adottare standard piu' elevati", ha
detto l'agenzia. Il rating di Fitch delle aziende cinesi e'
attorno a "BB e inferiore", il che significa una qualita' del
credito piu' bassa. Per le aziende pubbliche, il punteggio e'
pari o superiore. Questa valutazione riflette un "sistema
legale e di documentazione sottosviluppato e una debole
qualita' della governance" delle imprese. Il rapporto di
Fitch arriva la settimana dopo l'avvertimento di Moody's
contro 61 aziende cinesi che presentano rischi nella
governance e nella contabilita', causando cali di alcune di
esse alla borsa di Hong Kong.
Mai-Y-


(RADIOCOR) 18-07-11 10:45:01 (0091)ASIA 3 NNNN