Cina: Disponibile a finanziare FMI

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 23 mar - La Cina e' disposta a fornire un importante contributo al rifinanziamento del Fondo Monetario Internazionale. In particolare sarebbe disposta, nell'immediato, a sottoscrivere nuovi titoli obbligazionari emessi dal FMI, con l'obiettivo di rafforzare la capacita' del Fondo a sostegno delle economie emergenti. Lo ha dichiarato Hu Xaolian, vicegovernatore di People's Bank of China (la Banca centrale cinese), aggiungendo che in cambio la Cina chiede due cose: un monitoraggio piu' attento del Fondo sulle valute che emettono moneta di riserva internazionale (in particolare, quindi, sul dollaro) e una distribuzione piu' equa di poteri di nomina all'interni del fondo. La dichiarazione di Hu Xaolian, fa seguito alla proposta del nuovo segretario al Tesoro americano, Timothy Geithner, in occasione della prossima ruinione del G20, di espandere fino a 500 miliardi di dollari gli attuali accordi chiamati Nab e Gab (New Arrangements to Borrowing e General Arrangements to Borrowing) con cui i Paesi partecipanti e non finanziano il Fondo per supportare specifici interventi. Attualmente Nab e Gab dispongono di linee di credito rispettivamente pari a 34 e 17 miliardi di diritti speciali di prelievo. In febbraio si e' aggiunta una linea di credito di 68 miliardi messa a disposizione dal Giappone.