Cina: dichiara guerra alle aragoste australiane

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 30 nov - Niente piu' aragoste australiane nei ristoranti cinesi. Il Governo di Pechino ha improvvisamente bloccato uno dei piu' lucrosi traffici per i pescatori australiani, chiudendo sia la via, illegale, che transitava da Hong Kong per proseguire, di contrabbando, nei vicini porti del delta delle fiume delle Perle, sia quella legale con transito in Dogana (prevalentemente a Shanghai). Ne beneficiano i consumatori australiani: il prezzo dell'aragosta nei supermercati del loro Paese e' precipitato da 50 a 25 dollari australiani al chilo. In crisi l'industria della pesca: l'esportazione di aragoste in Cina alimenta un giro d'affari di quasi 400 milioni di dollari australiani all'anno.