Cina: debutto sottotono per AgBank a Shanghai

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 15 lug - Debutto sotto tono per l'Agricultural Bank of China (AgBank) che ha iniziato oggi le contrattazioni alla Borsa di Shanghai. In chiusura il titolo si e' fermato a 2,70 yuan, solo lo 0,75% in piu' rispetto al prezzo di emissione di 2,68 e in calo rispetto al prezzo di apertura a 2,74. La modesta performance dell'AgBank ha depresso il mercato di Shanghai nel suo complesso che ha chiuso con un calo dell'1,87%. "Non abbiamo assistito certo a una brillante performance per il primo giorno" ha detto Yan Li, analista della Southwest Securities. Le attese erano per un rialzo tra il 5 e il 15%, secondo quanto scritto dalla Soochow Secutiries. "La performance e' stata piu' fiacca di quanto atteso" ha aggiunto Shen Jun della Bank of China. La quarta banca cinese in ordine di grandezza, ultima ad entrare in borsa, aveva annunciato settimana scorsa di avere raccolto la cifra record di 10,1 miliardi di dollari per il suo debutto alla borsa di Shanghai. Il titolo deve ancora fare il suo ingresso venerdi' alla borsa di Hong Kong, dove l'offerta e' stata sottoscritta in misura di sei volte superiore alla quota. In caso di successo delle due operazioni, l'istituto di credito si riserva la possibilita' di esercitare un'opzione di green-shoe di un altro 15% delle azioni inizialmente proposte. La AgBank potrebbe cosi' realizzare la piu' grande Ipo della storia, raccogliendo fino a 22,1 miliardi di dollari. Il record attuale e' detenuto da un'altra banca cinese, la Icbc, con 21,9 miliardi raccolti nel 2006. Questa prima quotazione a Shanghai della AgBank "e' una tappa importante" per la trasformazione della banca in un'istituzione commerciale mondiale "di primo piano" e per la riforma del sistema bancario in Cina, ha dichiarato stamattina, prima dell'inizio della seduta, Xiang Junbo, presidente della banca.