Cina: debito governi locali salgono a 1. 163 mld, il 27% del Pil -2-


(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 27 giu - I debiti
contratti dai governi locali in Cina sono quindi saliti fino
a minacciare la salute del sistema bancario in Cina.
Attraverso strutture ad hoc denominate "piattaforme di
finanziamento", i governi locali, che non possono prendere
in prestito direttamente dalle banche, si sono fortemente
indebitati dopo la crisi finanziaria globale, nel 2009 e nel
2010, per finanziare le infrastrutture e i progetti
immobiliari. "La capacita' di pagare e' bassa a fronte ai
potenziali rischi in alcune zone e per alcune industrie",
secondo un comunicato del National Audit Office, che e' la
suprema istanza cinese di audit della repubblica cinese, un
ministero sotto la leadership diretta del Primo ministro.
Alcuni governi locali hanno dovuto fare nuovi prestiti per
ripagare i debiti contratti in precedenza o fanno molto
affidamento sulle vendite dei terreni per soddisfare le loro
scadenze. Secondo il collegio dei revisori 108,3 miliardi di
yuan (11,8 miliardi di euro) di prestiti sono stati concessi
o utilizzati in modo fraudolento, dirottando il denaro delle
banche sui mercati immobiliari o borsistici. Secondo
l'Ufficio nazionale di audit le piattaforme di finanziamento
locale dovrebbero invece funzionare in modo "pulito e
regolamentato".
Mai-Y-


(RADIOCOR) 27-06-11 12:27:35 (0160) 3 NNNN