Cina: creera' riserve strategiche di "terre rare"

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 08 feb - La Cina ha iniziato a costituire riserve strategiche di terre rare che potrebbero consentirle di controllare ulteriormente l'offerta di questi metalli essenziali per la produzione di molti prodotti ad alta tecnologia. Lo ha riferito martedi' il Wall Street Journal. La capacita' di stoccaggio in atto negli ultimi mesi in Mongolia interna sono maggiori in volume rispetto al totale delle esportazioni cinesi nel 2010, che ammontavano a 39.813 tonnellate, secondo il quotidiano economico. Il Wall Street Journal aggiunge che "i dettagli del piano di stoccaggio non sono stati resi pubblici". La Cina fornisce piu' del 95% della produzione mondiale di questo gruppo di 17 minerali. Secondo un rapporto pubblicato in novembre dalla U.S. Geological Survey, il Paese nel 2009 aveva il 36% delle riserve mondiali di terre rare. I prezzi sono balzati del 130% in media lo scorso anno e le aziende del settore come Lynas in Australia o Molycorp negli Stati Uniti hanno deciso di intensificare la loro attivita' in questo settore, ma iniziare una nuova miniera puo' richiedere un decennio e piu'. La produzione mondiale dovrebbe rimanere concentrata in Cina nei prossimi anni, dice il Wall Street Journal. Le terre rare sono utilizzate in particolare per la produzione di telefoni cellulari, turbine eoliche e celle a combustibile per le auto elettriche.