Cina contro Corea Sud, Thaad “danneggia fiducia reciproca”

Di Eugenio Buzzetti

 

Pechino, 25 lug. - Forte critica di Pechino a Seul per il Thaad, il sistema di difesa anti-missilistico che la Corea del Sud e gli Stati Uniti hanno annunciato di volere spiegare per contenere la minaccia nord-coreana. La decisione della Corea del Sud di installare il Thaad sul proprio territorio, nonostante la contrarietà cinese, "danneggia la fiducia reciproca" tra i due Paesi, ha dichiarato il ministro degli esteri di Pechino, Wang Yi, al suo omologo sud-coreano, Yun Byung-se, a margine del meeting dei ministri degli Esteri dell'Asean, l'associazione delle economie del sud-est asiatico, che si apre oggi a Vientiane. Wang si è poi detto pronto ad ascoltare le "azioni pratiche" che Seul intendere intraprendere per non danneggiare i rapporti con Pechino.

La decisione di spiegare il Thaad (Terminal High-Altitude Area Defense system) servirà solo nel caso di lanci di missili balistici da parte della Corea del Nord e, ha affermato il ministro degli Esteri sud-coreano, non provocherà danni al sistema di sicurezza cinese, come invece Pechino teme. La Cina aveva espresso "forte opposizione" alla decisione di schierare il sistema di difesa anti-missilistico già all'indomani dell'annuncio di Corea del Sud e Stati Uniti, e chiede invece il ritorno ai negoziati con Pyongyang per la denuclearizzazione della penisola coreana. Contraria allo spiegamento del Thaad anche Mosca, che vede nel Thaad un aumento dell'influenza statunitense in Asia orientale.  


25 LUGLIO 2016

 

ALTRI ARTICOLI

 

G20: RIPRESA GLOBALE ANCORA DEBOLE, PESANO BREXIT E TERRORISMO

 

PREMIER LI, RIPRESA GLOBALE NON DIPENDE SOLO DA CINA

 

STUDENTI CINESI A MONTECITORIO PER STUDIARE RIFORME

 


@Riproduzione riservata