Cina: CISA vuole anticipare calendario prezzi minerale di ferro

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 02 ott - Shan Shanghua, segretario generale dell'associazione cinese dell'industria siderurgica (CISA) ha proposto di spostare il tradizionale calendario di fissazione dei prezzi annui concordati con i produttori di minerale di ferro. Attualmente i negoziati dei grandi gruppi minerari brasiliani e australiani (VALE e Rio Tinto) con i produttori del fareast (Cina, Corea del Sud e Giappone) si svolgono in novembre e dicembre e le nuove tariffe scattano a partire da marzo dell'anno successivo. Secondo Shan, la Cina ha interesse ad anticipare la data di validita' dei contratti facendoli coincidere con l'anno solare e anticipando i competitor giapponesi e coreani. Per il 2010/2011 le stime piu' diffuse prevedono una crescita dei prezzi del minerale nell'ordine del 10-15 per cento. Attualmente, in Cina, incluso il trasporto, sono di 75 dollari a tonnellata per i contratti su base annua. I prezzi spot del minerale acquistati in India, sua base fob, sono di 63 dollari. La Cina dovrebbe chiudere il 2009 con una produzione annua di 600 milioni di tonnellate di acciaio, che rappresentano una crescita del 20% rispetto ai 500 milioni del 2008.