Cina: banche estere in coda per investire in bond in yuan

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 25 ago - Il recente annuncio, da parte della Banca Centrale cinese dell'apertura del mercato interbancario dei bond e titoli di Stato cinese, anche a operatori stranieri qualificato ha aperto un boom di richieste: Andrew Au, chief executive di Citigroup a Hong Kong, ha annunciato di aver gia' inoltrato domanda per ottenere l'autorizzazione a operare su questo mercato. John Thang, responsabile finanziario di Standard Chartered per l'Asia Nordoccidentale ha dichiarato che fara' richiesta il prima possibile. HSBC sta gia' esaminando le procedure e CIMB, secondo gruppo bancario malese ha confermato di essere intenzionato a partecipare al mercato. La disponibilita' di titoli a elevata liquidita' denominati nella valuta cinese per operatori esteri dovrebbe agevolare l'obiettivo cinese di aumentare la quota di transazioni commerciali con l'estero direttamente denominate in yuan.