CINA: BANCA CENTRALE CONTRO FED, POLITICA ACCOMODANTE PERICOLOSA

(AGI/REUTERS) - Pechino, 30 gen. - La Banca centrale cineseattacca la Fed e la politica troppo accomodante delle altrebanche centrali, sostenendo che il quantitative easing nonrisolve i problemi economici fondamentali ed e' pericolosa,poiche' espande eccessivamente la liquidita' e favorisce lasvalutazione competitiva delle monete. Nel suo ultimobollettino trimestrale la Banca centrale cinese confermal'obiettivo di una crescita del 16% dei rifornimenti monetariM2 quest'anno, in calo rispetto al livello record del 19,9% del2010. La politica del quantitative easing, si legge nelrapporto, sta "creando pressioni inflazionistiche sui mercatiemergenti attraverso i flussi in entrata dei capitaliimportati". Per questo Pechino intende frenare l'ingresso dicapitali dall'estero, per minimizzare il loro impatto suimercati interni. Inoltre la Banca centrale ribadisce la suaintenzione di mantenere sostanzialmente stabile lo yuan,rendendo piu' flessibile il regime dei cambi. (AGI)Gaa/Uba