Cina: analisti prevedono ricapitalizzazioni per le banche

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 25 nov - Le banche cinesi, i cui impieghi sono letteralmente esplosi negli ultimi mesi, avranno bisogno di raccogliere fondi per decine di miliardi di yuan nei prossimi anni. Lo affermano due analisti di Bnp Paribas e Citigroup. Gli aumenti di capitale serviranno per ridurre la vulnerabilita' di fronte ad un eventuale aumento delle sofferenze e per rispettare le indicazioni del governo dei mezzi propri (almeno l'8% degli impieghi totali). L'analista Dorris Chen della Bnp Paribas di Shanghai, stima che 11 banche quotate a Shanghai e Hong Kong potrebbero chiedere al mercato fondi per circa 326 miliardi di yuan (32 miliardi euro). Per le banche minori quotate a Shanghai, l'analista di Citigroup, Simon Ho, ha stimato un fabbisogno di 113 miliardi entro il 2011, oltre ai 53 miliardi annunciati finora. A inizio settimana la commissione di regolamentazione bancaria cinese ha avvertito le banche che rischiano delle sanzioni se non si adeguano ai criteri di prudenza stabiliti in materia di fondi propri e accantonamenti a fronte dei prestiti dubbi.