CINA-MONGOLIA: NUOVO IMPIANTO CARBONE

Hohhot, 4 apr. - China Shenhua Energy Co.Ltd, il maggioreproduttore cinese di carbone, ha investito piu' di un miliardodi euro nel progetto di costruzione di un impianto per lalavorazione del carbone sul confine sino-mongolo, allo scopo dimigliorare le importazioni di questa materia dalla RepubblicaMongola. Lo ha confermato il governo della contea di WulateZhongqi, (Mongolia Interna). L'infrastruttura sara' realizzatapresso il parco di lavorazione della dogana di Ganqimaodu,ingresso principale delle importazioni energetiche tra i duePaesi, e permettera' alla Cina di ottimizzare lo sfruttamentodelle importazioni della materia prima. L'anno scorso leimportazioni cinesi di carbone dalla Repubblica popolaremongola hanno superato i 7 milioni di tonnellate, mentre ilvolume di materia grezza pervenuta nel primo trimestre del 2011attraverso le dogane e' aumentato del 131,8%, raggiungendo1,6milioni di tonnellate. L'avvio della prima fase di produzionee' prevista per il 2012: il sito sara' in grado di lavare finoa 6 milioni di tonnellate di carbone, ogni anno potra'raffinare 2,4 milioni di tonnellate attraverso il processo dicoking, per una produzione complessiva annua di 4,8 milioni ditonnellate di metanolo e 30mila di catrame. .