Cian: a Hong Kong debutto flop di Samsonite


(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 16 giu - Tonfo di
Samsonite nel primo giorno di quotazione alla Borsa di Hong
Kong. I titoli d perdono oltre l'11% a 12,96 dollari di Hong
Kong, quando il prezzo dell'Ipo era stato fissato a 14,50
dollari. A incidere negativamente sul debutto del gruppo con
sede nel Massachusetts, l'irrigidimento a livello monetario
della Cina. Il colosso della valigeria con la sua Ipo ha
raccolto sul mercato 1,25 miliardi di dollari Usa,
diventando la quarta matricola della Piazza asiatica a
superare la somma di un miliardo di dollari quest'anno.
Tuttavia, la cifra e' stata inferiore alle attese, infatti,
il gruppo si aspettava una raccolta di 1,5 miliardi di
dollari. Samsonite, fondata nel 1910, nel 2007 e' stata
comprata dai fondi britannici CVC capital partners che la
controllano tutt'ora. Il bilancio 2010 e' stato chiuso con
un fatturato di 1,21 miliardi di dollari, in crescita da
1,03 miliardi del 2009. Secondo gli esperti, il colosso
della valigeria (fondata nel 1910 e nel 2007 acquistata dal
fondo britannico Cvc Capital Partners) e' stata sfortunata
nella scelta dei tempi, pagando lo scotto
dell'intensificarsi della crisi di debito in Grecia, dei
dubbi degli investitori sul fatto che la crescita cinese
abbia perso slancio e del generalizzato calo dei mercati
azionari globali. "C'e' stata una completa perdita di
fiducia, con la Grecia sull'orlo del default si teme una
crisi finanziaria di piu' ampia portata", ha detto Francis
Lun, direttore generale di Lyncean Holdings. Il problema e'
che gli indici di riferimento a Hong Kong potrebbero
rimanere deboli per tutto giugno: "la fiducia dei trader e'
scarsa a causa delle preoccupazioni sulla ripresa economica
globale e i timori di un possibile aumento dei tassi in
Cina", ha detto Ben Kwong, direttore operativo di Kgi Asia.
Anche se Samsonite, che con l'Ipo ha raccolto 1,25 miliardi
di dollari americani (quest'anno e' stata la quarta matricola
della Borsa di Hong Kong a superare la soglia del miliardo
di dollari), "ha fissato un prezzo di collocamento
ragionevole, la debolezza del mercato ha influenzato in modo
negativo gli investitori che acquistano azioni durante le
Ipo per realizzare guadagni di breve termine", ha detto
ancora Kwong. In ogni caso, la decisione di societa' come
Samsonite di quotarsi sulla piazza asiatica piuttosto che su
Borse piu' vicine riflette uno spostamento del baricentro
finanziario verso i Paesi asiatici in rapida crescita: una
decina di societa' non asiatiche attendono di quotarsi a Hong
Kong nel corso dell'anno. "Ci sentiamo a casa qui", ha detto
l'amministratore delegato di Samsonite Tim Parker,
sottolineando che la societa' guarda con interesse alla Cina,
all'India e ad altre parti del continente.

(RADIOCOR) 16-06-11 18:30:10 (0365)FE,CINA 5 NNNN