Chinalco assicura: nessun controllo di Rio Tinto

La compagnia statale cinese dell'alluminio, Chinalco, non controllerà in nessun modo il gruppo Rio Tinto. Lo ha dichiarato ieri a Sidney il presidente del colosso di Pechino, Xiong Weiping (nella foto), nel tentativo di rassicurare le autorità australiane per gli investimenti esteri, a fronte dell'annuncio di voler iniettare 19,5 miliardi nel gruppo Rio Tinto. Chinalco spenderà in tutto 25 miliardi di dollari per allargare il proprio business nel mondo.

03/03/2009