BRUXELLES: COOPERAZIONE MAGGIORE TRA CINA E UE

A Bruxelles, l'ambasciatore Song Zhe, capo della Missionecinese presso l'Ue, ha affermato che Cina e Ue devono cercare ipunti comuni e tralasciare le divergenze, rafforzando lacompleta cooperazione concreta. Nel corso del seminario sullerelazioni sino-europee organizzato congiuntamente dal Centro diricerche sulla Cina contemporanea di Bruxelles e dall'Istitutoreale belga per le relazioni internazionali, Song Zhe haaffermato che Cina e Ue devono analizzare e risolvere iproblemi secondo le leggi dello sviluppo storico e secondo iprincipi della ricerca dei punti comuni e della consonanza congli interessi di entrambe le parti, adottando delle iniziativeconcrete per promuovere la cooperazione bilaterale di mutuovantaggio nei vari ambiti. Nel corso dei lavori, James Moran, direttore della sezioneAsia dell'Ufficio generale per le Relazioni esterne dellaCommissione europea, ha affermato che il completo partenariatostrategico tra Ue e Cina non richiede affatto l'unanimita' diopinioni su tutti i problemi, ma che le due parti cerchino ipunti comuni, tralasciando le divergenze. L'Ue apprezza lapolitica di riforma e apertura applicata dalla Cina e considerail Paese un caso di "successo della globalizzazione."