BOOM DI VIAGGI ALL'ESTERO PER I CINESI

Pechino, 10 gen. - Si stima che i cittadini cinesi,approfittando dello yuan piu' forte nelle loro tasche, abbianospeso all'estero circa 48 miliardi di dollari nel 2010, facendoregistrare una crescita del 14 percento rispetto all'annoprecedente. I dati provengono dal rapporto annualesull'industria nazionale del turismo elaborato da un gruppo diricerca della China Tourism Academy. Si calcola inoltre che ituristi della Cina continentale abbiano compiuto 54 milioni diviaggi in uscita l'anno scorso. A favorire questo settore,secondo quanto si legge nel rapporto, e' stato soprattutto ilmaggiore potere d'acquisto e l'apprezzamento del Renminbi, lamoneta cinese, che hanno aiutato a incrementare i viaggiall'estero costituiti per il 90% da viaggi privati, dal momentoche il governo ha rafforzato i controlli sui viaggi di lavoropagati con denaro pubblico. Nel rapporto si prevede che i "tourfuori confine" cresceranno del 5 percento fino a raggiungere i57 milioni nel 2011, mentre la spesa all'estero balzera' a +14%fino a 55 miliardi di dollari. Decine di milioni di cittadinicinesi mediamente benestanti - ha affermato Dai Bin, vicedirettore della China Tourism Academy - continueranno aincrementare la crescita economica e l'occupazione nellemaggiori destinazioni turistiche del mondo. 15