BANCHE, IN CINA UN TERZO DEI PROFITTI MONDIALI

Pechino, 30 giu. - Le banche cinesi contano per un terzo deltotale degli utili bancari a livello globale nel 2013. Secondola classifica globale delle mille banche al mondo con il piu'alto tasso di profitti stilata dal magazine finanziariospecializzato The Banker, le banche cinesi contano per il 32%del totale, a quota 292 miliardi di dollari in profittiaggregati pre-tasse, contro il totale mondiale di 920 miliardidi dollari. Le banche statunitensi che rientrano nellaclassifica di The Banker contano per il 20% del totale a quota183 miliardi di dollari, con in cima Wells Fargo, a quota 32miliardi di dollari. Le banche dell'Eurozona hanno contato,invece, per il 3% del totale, con l'Italia fanalino di coda: lenostre banche hanno perso il 35% rispetto allo scorso anno,realizzando, secondo The Banker, la peggiore performance diogni Paese.Due le banche cinesi ai primi cinque posti: ICBC, Industrial &Commercial Bank of China, ha totalizzato il migliore risultatoper capitalizzazione e China Construction Bank e' balzata dalquinto al secondo posto. Dietro di loro, giganti come JPMorgan, Bank of America e HSBC. Wells Fargo ha, invece,superato quest'anno ICBC per valore di mercato, a quota 275miliardi di dollari, circa 75 miliardi di dollari in piu' delcolosso cinese del credito. Ai primi posti nella classifica cisono anche le banche giapponesi, che hanno contato per il 7%del totale, a quota 64 miliardi di dollari, seguite a parimerito da quelle canadesi, francesi e australiane, a 39miliardi di dollari ciascuna. Quelle brasiliane hanno raggiuntoquota 26 miliardi e quelle della Gran Bretagna si sono fermatea 22 miliardi di dollari. Ottima performance anche da partedelle banche africane che hanno segnato la piu' altaredditivita' dal capitale investito, a quota 24%, sei volte ilvolume delle banche europee, ferme al 4%. .