BANCHE: A MILANO INAUGURATA FILIALE ICBC

BANCHE: A MILANO  INAUGURATA FILIALE ICBC
Roma, 24 gen. - Profitti per 12,4 miliardi di dollari (nella prima meta' del 2010), 235 milioni di clienti e oltre 16mila sportelli sparsi nel mondo:ecco la 'carta d'identità' di Industrial and Commercial Bank of China (ICBC), la più  grande delle quattro banche commerciali controllate dallo Stato cinese che, sull'onda di una strategia indirizzata all'Europa, ha aperto una filiale a Milano. La sede milanese - che si trova presso la Galleria Vittorio Emanuele, in pieno centro - è stata inaugurata in contemporanea alle filiali di Parigi, Bruxelles, Amsterdam e Madrid. Alla cerimonia di inaugurazione –in collaborazione con la Fondazione Italia- Cina presso la sede della Borsa Italiana, a Palazzo Mezzanotte- hanno partecipato il presidente della ICBC, Jiang Jianqing, l'ambasciatore cinese in Italia Ding Wei, il ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, e il presidente della Fondazione Italia Cina, Cesare Romiti: "Oggi - ha detto - è una data importante, non solo per quanto riguarda Milano e la banca Icbc, ma anche per le relazioni tra Italia e Cina e per i nuovi scenari di collaborazione che questa inaugurazione porterà. I rapporti tra Italia e Cina, grazie anche all'operato della Fondazione, stanno vivendo un momento molto positivo: i due paesi hanno avviato e continuano a portare avanti collaborazioni nel capo degli investimenti, degli scambi economici e culturali". "Il nostro lavoro nei confronti dell'attrazione di investimenti esteri - ha concluso Romiti - sarà da oggi molto favorito dall'apertura della prima banca del mondo".

 

 

La banca ha sedi in nove paesi europei, tra cui Germania, Lussemburgo, Regno Unito, Russia, Francia, Paesi Bassi, Belgio, Italia e Spagna. Le nuove filiali, inclusa quella milanese, forniranno servizi finanziari universali a clienti europei e cinesi e lavoreranno "per promuovere le relazioni economiche, commerciali e di investimenti tra la Cina e l'Europa". La Icbc, la cui sede centrale e' a Pechino, e' una delle maggiori banche del mondo, la prima per capitalizzazione di Borsa. Oltre alla Cina, è presente in 28 paesi del mondo, con 203 sedi. Ha inoltre accordi con 1.453 banche in 132 Paesi e territori. Fuori dalla madrepatria impiega 4.700 dipendenti. Ad anticipare la notizia, il 17 gennaio scorso, era stata la stessa Industrial and Commercial Bank of China, annunciando l'attivazione delle cinque filiali europee; ICBC (Europe) SA, con sede in Lussemburgo, fungerà da quartier generale. ICBC  metterà a disposizione di clienti cinesi ed europei servizi finanziari come depositi, prestiti, trade finance e investment banking per promuovere lo sviluppo economico, il commercio e gl'investimenti tra la Cina e l'Europa. Le relazioni economiche e commerciali tra Cina ed Europa si sono intensificate nel corso degli ultimi anni, e l'Unione europea è diventata il primo partner commerciale e il più grande mercato d'importazione della tecnologia. Secondo le statistiche ufficiali, nei primi dieci mesi del 2010, il volume del commercio bilaterale Cina-Europa ha registrato una crescita del 32,9% anno su anno. Aumentano le aziende cinesi che investono in Europa, e molte di loro sono partner a lungo termine di ICBC. "ICBC ha sempre rivolto un'attenzione particolare al significato strategico e al potenziale di crescita del lungo periodo del mercato europeo – ha dichiarato il presidente Jiang Jianqing- e anche se recentemente l'euro e il mercato europeo hanno incontrato alcune difficoltà, l'Europa rappresenta ancora una delle maggiori realtà politiche ed economiche del mondo".

 

© Riproduzione riservata