ATTIVITA' COMMERCIALI PER I DISOCCUPATI

Pechino, 9 feb. - La Cina aprira' 250,000 negozi al dettagliocreando 775,000 posti di lavoro in campagna per i lavoratorimigranti che hanno perso il lavoro a causa della crisi. Il viceministro del commercio Jiang Zengwei ha annunciato la decisionespecificando che saranno anche creati centri di spedizione euffici postali per creare posti di lavoro. Ogni negozio offrein medi atre posti di lavoro ai residenti rurali e ildiffondersi di queste attivita' commerciali e' visto anceh comeun mezzo per garantire la qualita' dei prodotti. I criteri peraprire queste attivita' dipendono dalla zona in cui sonocollocate, con una richiesta di capitale minimo piu' alto nelleregioni orientali rispetto a quelle interne. Secondo ledichiarazioni del direttore del Central Leading Group on RuralWork, sarebbero 20 milioni i lavoratori migranti rimastidisoccupati a causa della crisi finanziaria.