ANCORA SICCITA' NEL NORD DELLA CINA

Pechino, 13 feb. - Le recenti precipitazioni verificatesi nelnord della Cina non possono risolvere in maniera rapida i danniche la siccita' ha causato all'agricoltura del Paese. Lo hannodichiarato gli esperti del dipartimento del grano del ministerodell'Agricoltura cinese. Dal 9 febbraio la Cina settentrionalee' stata infatti interessata da due episodi di pioggia: leprecipitazioni tra 9 e 10 febbraio si sono concentrate nellaparte meridionale dello Shanxi, nella zona centrale emeridionale dello Henan, nelle aree settentrionali del Jiangsue dello Anhui. Nelle grandi aree della Cina settentrionale edella regione geografica di Huanghuai (tra i fiumi Giallo eHuai) il livello delle piogge non ha raggiunto i 10 millimetri.Le precipitazioni tra 12 e 13 febbraio si sono invececoncentrate nelle zone a nord di Shijiazhuang (capitaleprovinciale dello Hebei), e in particolare nelle aree in cui laproduzione del grano invernale e' scarsa come Hebeisettentrionale e Pechino. Nella maggior parte delle regioni anord del Paese il livello delle piogge non e' arrivato a 5millimetri, mentre non e' stata registrata alcunaprecipitazione significativa nello Shandong e nello Henan. YuZhenwen, a capo del team degli esperti del dipartimento delgrano, ha fatto notare che a causa della prolungata siccita',sarebbero necessario che le precipitazioni superassero i 50millimetri. Gli esperti del ministero dell'Agricoltura hannofatto sapere che le piogge degli ultimi giorni, sebbene abbianogiovato alle aree di coltivazione dei cereali, non potrannotuttavia alleviare la siccita'. Un comunicato rilasciato dalministero dell'Agricoltura mostra che, al 12 febbraio nelleotto province colpite, la siccita' ha danneggiato il 39,6% deicampi coltivati. .