ALIBABA: PUNTA A IPO RECORD MA AMERICANI NON LA CONOSCONO

New York, 16 set. - Il colosso cinese dell'e-commerce Alibabapunta a un debutto record da 25 miliardi di dollari a WallStreet ma l'88% degli americani non la conosce. E' quantoemerge da un'indagine di Ipsos condotta per conto dell'agenziaReuters. L'Ipo e' prevista per il prossimo 19 settembre.Alibaba e' un portale di business to business online che mettein collegamento grossisti e aziende manifatturiere soprattuttocinesi con imprenditori provenienti da ogni parte del mondo.Sulle sue due piattaforme Taobao e Tmall il gruppo cinese conta280 milioni di compratori attivi e 8,5 milioni di venditori. Inpratica Alibaba, fattura piu' di Amazon e eBay messe insieme econcentra l'80% delle vendite online in Cina, un paese dove leimprese operano soprattutto via Internet. La societa' e' statafondata nel 1999 da Jack Ma, un ex professore di inglese, 49enne, che ora si ritrova tra le mani un colosso che valeintorno ai 150-160 miliardi di dollari, piu' o meno comeFacebook. Alibaba e' controllata per il 37% dalla giapponeseSoftbank e per il 24% dall'americana Yahoo, ma la sua strutturadi comando e' piuttosto complessa, tanto che la borsa di HongKong si e' rifiutata di quotarla per problemi di governance.L'obiettivo di Alibaba e' quello di sfruttare il debutto a WallStreet per espandere le sue attivita' di e-commerce in Americae in Europa, senza pero' rinunciare al suo punto di forza, chenon e' l'e-commerce ma il business to business in Asia.Tuttavia per farlo dovra' cominciare a essere piu' conosciutain America, passando dalle vendite all'ingrosso a quelle aldettaglio. Finora si e' limitata a spendere 200 milioni didollari per prendere una quota di ShopRunner, una societa' divendite online al dettaglio, rivale del Prime service diAmazon. Un'altra possivilita' potrebbe essere quella disponsorizzare una grossa squadra sportiva statunitense, come hagia' fatto in Cina dove Alibaba detiene una partecipazione nelGuangzhou, la squadra di calcio allenata da Marcello Lippi, chee' una specie di Juventus cinese. Tuttavia i cinesi da questopunto di vista non hanno cominciato col piede giusto, fallendol'acquisto dei Los Angeles Clippers, la squadra di basketrecentemente acquistata per 2 miliardi di dollari dall'ex capodi Microsoft Steve Ballmer. .