ALEMANNO: "ROMA INCONTRA PECHINO"

ALEMANNO: "ROMA  INCONTRA PECHINO"
Pechino, 11 ott.- Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha incontrato nel pomeriggio di oggi –mattina ora italiana- il primo cittadino di Pechino Guo Jinlong, nel primo dei tre giorni di visita in programma nella capitale cinese. "L'obiettivo della missione è dare nuovo vigore agli accordi intercorsi tra le due città nel 1998 e nel 2007- ha spiegato Alemanno- attraverso tre direttrici: quella del grande evento delle Olimpiadi, che Roma si candida ad ospitare nel 2020; quella culturale; quella turistica". Nel corso dell'incontro, che si è svolto nella sede della municipalità di Pechino alla presenza di una delegazione politica e imprenditoriale romana, Alemanno ha spiegato di voler attingere dall'esperienza che ha fatto delle Olimpiadi di Pechino 2008 un successo: "Desideriamo imparare da Pechino non solo per quanto riguarda l'organizzazione dei giochi, ma soprattutto per lo sviluppo che si può generare in una città che li ospita. Chiediamo pertanto che Pechino ci indichi un funzionario di riferimento per aiutarci a rafforzare la nostra candidatura del 2020".

 

 

Sul fronte culturale, Alemanno ha annunciato che, dopo le celebrazioni per l'Anno Culturale della Cina in Italia, Roma vuole rilanciare: a partire dall'ottobre 2011 la capitale ospiterà ogni due anni un ciclo di eventi intitolato "Le Vie della Seta" che punta ad aumentare la conoscenza e gli scambi tra Occidente e Oriente, "con uno specifico riferimento alla Cina". "Nel corso di questa rassegna apriremo nuovi siti archeologici mai visitati prima dal pubblico. Chiediamo consigli per realizzare l'evento – ha detto ancora Alemanno - e per coinvolgere la comunità cinese immigrata a Roma, che è sempre più vasta e importante per il tessuto sociale". Roma, infine, punta a diventare la prima città europea per attrazione turistica, anche attraverso la creazione di un secondo polo composto da parchi tematici e poli fieristici, e intende incrementare il flusso turistico tra le due capitali e tra le due nazioni.

 

 

Il sindaco di Pechino ha presentato ad Alemanno i due funzionari della municipalità che coordineranno i rapporti con Roma: "Ho seguito a distanza, ma con interesse, la visita del premier Wen Jiabao a Roma per inaugurare l'Anno Culturale Cinese in Italia- ha detto Guo-  e mi ha entusiasmato vedere proiettati sul Colosseo caratteri cinesi che simboleggiano l'amicizia tra i due paesi". Dopo aver illustrato i progressi raggiunti da Pechino, Guo Jinlong ha chiesto a Roma sostegno e aiuto per la riuscita dell'Anno Culturale Cinese in Italia e ha ribadito l'intenzione di entrare in una nuova fase dei rapporti tra le due capitali. "Signor Sindaco, spero che questo viaggio approfondisca la sua conoscenza di Pechino, della cultura cinese e anche della posizione cinese sulla questione tibetana" ha detto ancora Guo, in un evidente riferimento a una questione politicamente sensibile come la cittadinanza onoraria conferita da Roma al Dalai Lama nel 2009. La tre giorni "Roma incontra Pechino" proseguirà domani all'Università Qinghua, e con una serie di incontri tra industriali romani e pechinesi; la delegazione proseguirà poi a Shanghai per l'inaugurazione della settimana di Roma al Padiglione Italiano dell'Expo 2010.

 

© Riproduzione riservata