A Shanghai il primo Swatch Hotel

A Baselworld, salone mondiale di orologi e gioielli, sono stati presentati naturalmente soprattutto prodotti. Ma a Basilea c'è stato spazio anche per qualche iniziativa inconsueta. Come la presentazione dello Swatch Art Peace Hotel di Shanghai, che sarà inaugurato ufficialmente all'inizio del mese di agosto. Per Nick Hayek, ceo del Gruppo Swatch, «sarà un luogo dove l'arte degli orologi e l'arte più in generale vivranno insieme, con una grande attenzione alla qualità ed al bello, senza però concetti elitari».
In pratica, il South Building dello storico Peace Hotel è stato ristrutturato da una joint venture creata dal Gruppo Swatch e dal gruppo Jin Jiang Hotels. Il nuovo albergo ospiterà certamente le boutique di alcuni marchi Swatch, ma soprattutto inviterà artisti di tutto il mondo a soggiornarvi per un certo periodo. Gli artisti potranno trovare all'interno dell'hotel anche 18 studios e saranno invitati a lasciare una loro "traccia". Ci sarà una sala di esposizione. Soggiorno, confronto con altri artisti nel caso, produzione artistica. Gli artisti previsti sono una quarantina, saranno selezionati da una commissione che garantirà un ampio raggio di stili e di nazionalità.
L'idea di fondo è quella di avere un nuovo spazio di arte moderna nel centro di Shanghai. Qualcosa di diverso, in ogni modo, da una sponsorizzazione tradizionale. Sul terreno della cultura, senza dimenticare l'importanza del mercato cinese. E senza dimenticare che Shanghai avrà quest'anno un'opportunità in più per presentarsi al mondo, l'Expo 2010.
L.Te.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

26/03/2010