A 240 KM/H A PECHINO, ARRESTATO MOTOCICLISTA

Roma, 5 ott. - Un'altra scena alla "Fast and Furious" si e'conclusa con un arresto sulle strade di Pechino. L'uomo, untrentenne di cognome Pang, e' stato arrestato con l'accusa di"guida pericolosa" dopo che, in sella alla sua Yamaha YZF-R1,aveva sfrecciato sulle strade del secondo anello della capitalecinese alla velocita' di 237 km/orari, percorrendo 37.5km inmeno di 14 minuti.La vicenda si e' svolta ad agosto scorso, ma l'uomo e' statoidentificato e arrestato dalla polizia solo ieri grazie ad unvideo, girato da una telecamera posta sul casco, che lui stessoavevo postato sui social. Secondo quanto riferito dall'agenziadi Stato Xinhua, la polizia lo ha raggiunto nella regionemeridionale del Guangxi dove si trovava per poi trasferilonella capitale.Non e' tuttavia la prima volta che i protagonisti di similiscene finiscano in manette. Lo scorso aprile due ragazzi, di 20e 21 anni, sono stati condannati rispettivamente a 5 e 4 mesidi reclusione e al pagamento di una multa dopo che, alla guidadi una Ferrari rossa e una Lamborghini verde, avevano inscenatouna corsa automobilistica stile "Fast and Furious" a poche oredal debutto in Cina del settimo film, schiantandosi in unsottopassaggio vicino allo stadio "Nido di Uccello" di Pechino. .