"DROGATI" DA INTERNET

"DROGATI"  DA INTERNET

Pechino, 03 feb. – I giovani cinesi web-addicted sarebbero 24 milioni, quasi il doppio rispetto al 2005. Lo rivela una ricerca a cura dell'"Associazione della Gioventù per lo sviluppo della rete" che ha intervistato 7000 giovani tra i 6 e i 29 anni. I sintomi del disagio, che colpisce principalmente gli internauti più giovani nella fascia d'età compresa tra i 18 e i 23 anni, sarebbero i seguenti: utilizzo eccessivo della rete a scapito delle relazioni sociali, del rendimento scolastico e professionale; noia e depressione in assenza di una connessione internet; preferenza verso la realtà virtuale rispetto al mondo reale. A rischio però sono anche i più piccoli; l'8,8% degli internauti tra i 6 e i 12 anni dichiara di "non poter fare a meno della rete". Secondo il 25° rapporto del China Internet Network Information Center (CNNIC) pubblicato il 30 dicembre 2009, il 'popolo della rete' cinese ammonta a 384 milioni di utenti (primato mondiale). Di questi, rifacendosi alla ricerca, il 14,1% sarebbe letteralmente "drogato". Tra le attività più gettonate vi sono i giochi on-line (47,9%), l'intrattenimento tramite film e musica (23,2%) e le "chat" (13,2%). Il fenomeno sta assumendo dimensioni inquietanti, come dimostrato dalla presenza di circa 200 cliniche disintossicanti sorte negli ultimi anni in Cina. Il Ministero della Salute vigila la situazione. Nei giorni scorsi sul sito del dicastero è apparsa la notizia del divieto dell'utilizzo dell'elettrochock come tecnica terapeutica per la disintossicazione dal web. L'annuncio è seguito ad uno scandalo scoppiato a Linyi (provincia dello Shandong) ma fa eco ad altri scandali; il più recente riguarda la morte di un giovane nella provincia del Guangxi avvenuta lo scorso anno a seguito di violente percosse. Le autorità sono consapevoli della gravità del problema. Per i prossimi anni è lecito immaginare un ulteriore incremento del numero degli internauti cinesi. L'indice di penetrazione è appena del 28,9% (dati del CNNIC, mentre negli Usa è oltre il 70%): con una popolazione di quasi 1 miliardo e 400 milioni di persone che sta progressivamente arricchendosi e con la diffusione dei cellulari di terza generazione (sempre secondo il CNNIC, oggi 233 milioni di cinesi, il 68% del totale, accedono alla rete via cellulare), il numero degli utenti internet e dei web addicted ha ampio margine di crescita nel Dragone.