120 KM DI FILA IN MONGOLIA INTERNA

120 KM DI FILA IN MONGOLIA INTERNA

Pechino, 2 set.- Sono più di 10.000 gli autocarri che trasportano carbone rimasti bloccati in un ingorgo di 120 km nella regione nordorientale cinese della Mongolia Interna. La CCTV  (China's Central Television) ha affermato che l'autostrada in direzione di Pechino e della vicina provincia dell'Hebei ha preso in poche ore le sembianze di un grande  parcheggio. Il traffico sarebbe stato causato da restrizioni della circolazione di veicoli iniziate nell'Hebei martedì scorso. 


Solo poco più di una settimana fa le autorità cinesi erano riuscite a sbloccare un ingorgo di 100 km sulla strada che collega Pechino e Jinin, in Tibet, durato nove giorni. Questa volta i mezzi coinvolti sono camion che trasportano carbone; sono stati proprio loro a causare l'intasamento della rete autostradale. Il giornalista della CCTV ha dichiarato che nei dintorni della provincia dell'Hebei la circolazione sta tornando alla normalità, il che darebbe molta speranza agli automobilisti bloccati in Mongolia Interna.


Mentre il governo cinese spende miliardi di dollari per migliorare le proprie infrastrutture, il commento della stampa cinese non è clemente: strade ed autostrade – affermano i media locali - sono ancora indietro rispetto al boom economico che sta avendo la Cina e gli ingorghi sono all'ordine del giorno.

 

 

© Riproduzione riservata