Afghanistan: kamikaze talebano contro convoglio Nato, 4 morti

(AGI) - Kabul, 16 set. - In Afghanistan ancora un attentatotalebano: stavolta un kamikaze ha colpito un convoglio delleforze della Nato in pieno centro di Kabul. Almeno 4 i morti,tutti soldati delle truppe internazionali e diversi i feriti.L'esplosione, che e' avvenuta non lontano dalla strutturafortificata che ospita l'ambasciata americana, e' stata enormeed e' risuonata in tutta la citta'. Inizialmente si era pensato che il grave attentato avesseprovocato solo feriti. Poi un comunicato della coalizione haprecisato il bilancio. Il terrorista ha fatto esplodere gli ordigni che portavanel suo veicolo intorno alle 8

(AGI) - Kabul, 16 set. - In Afghanistan ancora un attentatotalebano: stavolta un kamikaze ha colpito un convoglio delleforze della Nato in pieno centro di Kabul. Almeno 4 i morti,tutti soldati delle truppe internazionali e diversi i feriti.L'esplosione, che e' avvenuta non lontano dalla strutturafortificata che ospita l'ambasciata americana, e' stata enormeed e' risuonata in tutta la citta'. Inizialmente si era pensato che il grave attentato avesseprovocato solo feriti. Poi un comunicato della coalizione haprecisato il bilancio. Il terrorista ha fatto esplodere gli ordigni che portavanel suo veicolo intorno alle 8 di mattina, nell ore di massimotraffico, al passaggio di militari dell'Isaf. Non lontano dalluogo dell'esplosione ci sono anche la Corte Suprema e una basedell'esercito. Secondo il portavoce del ministero dell'Internoafghano, Sediq Seddiqi, nell'attentato non sono morti civili,ma fonti giornalistiche sul posto hanno riferito di numerosipersone gravemente ferite e riverse a terra. Il primo soccorsoai e' stato dato proprio dai soldati rimasti illesi. Un veicoloe' stato letteralmente spazzato via dalla strada e distrutto. L'attentato, prontamente rivendicato via Twitter daitalebani, e' il primo di una certa entita' a mettere asoqquadro la capitale da diverse settimane. L'Afghanistan dasettimane cerca di porre fine allo stallo che si e' creato dopole elezioni presidenziali del 14 giugno: nel tentativo dirisolvere il braccio di ferro su chi ha vinto le elezioni, idue candidati presidenziali, Ashraf Ghani and AbdullahAbdullah, si sono incontrati anche ieri, lunedi'. (AGI) .