Afghanistan: handicappata uccisa a calci per blasfemia era innocente, 13 arresti

(AGI) - Roma - Era innocente la donna afghanaportatrice di handicap picchiata a morte a Kabul per ilpresunto rogo di alcune  [...]

(AGI) - Roma, 22 mar. - Era innocente la donna afghanaportatrice di handicap picchiata a morte a Kabul per ilpresunto rogo di alcune pagine del Corano. Lo ha rivelato ilcapo della polizia criminale Mohamma Zahir che ha anche fattosapere che 13 persone sono state arrestate. L'aggressione eraavvenuta tre giorni fa vicino alla moschea Shah-Du-Shamshaira.La vittima, di 27 anni e identificata come Farkhunda soffrivada 16 anni di problemi mentali. Un video, diventato virale inrete, mostra l'aggressione subita dalla donna. Una follainferocita la picchia con bastoni; alcuni le camminano sullegambe; un uomo la colpisce con un mattone. Altri infierisconocon calci e pugni anche sul corpo ormai senza vita. A quelpunto, la portano su un argine del fiume Kabul: qui danno fuocoal suo corpo e lo gettano nel corso d'acqua. Le immaginimostrano anche tante persone che non fanno nulla per fermaregli aggressori, ma intenti a riprenere tutto con i telefonicellulari. "Farkhunda era totalmente innocente", ha dettoZahir. Tra gli arresti anche otto poliziotti. .