Aereo scarica kerosene su foresta Fontainebleau, polemica in Francia

Il velivolo dell'Air France, con un problema tecnico, ha dovuto svuotare il serbatoio prima di un atterraggio di emergenza. L'ira del sindaco, "e' uno spazio naturale protetto"

Aereo scarica kerosene su foresta Fontainebleau, polemica in Francia

Parigi - Vero e proprio polmone verde dell'Ile de France, la suggestiva foresta di Fontainebleau, da sempre paradiso bucolico dei parigini e dei sovrani di Francia, si e' risvegliata in un 'incubo' ambientale. Domenica mattina, infatti, un Boeing 777-200 dell'Air France partito da Orly e diretto nella Guyana francese e' stato costretto, per un problema tecnico, a scaricare l'intero serbatoio sul complesso boschivo di 25mila ettari. Scatenando l'ira del sindaco, Frederic Valletoux. "Scandaloso che questa procedura sia ancora consentita. La Foresta di Fontainebleau ha 10 milioni divisitatori all'anno, e' lo spazio naturale piu' protetto di Francia", si e' lamentato il primo cittadino - che milita nel partito di Nicolas Sarlozy, les republicains - su Twitter. Valletoux attende i risultati delle analisi ma, a suo dire, l'inquinamento dela foresta, dal 1848 'riserva artistica' di Francia, potrebbe essere pesante. "Inevitabilmente quando uno lancia del kerosene - soprattutto se si e' ad altezza abbastanza moderata - vi e' un impatto", ha dichiarato a Bfmtv.

Il volo AF853 era partito domenica mattina dallo scalo di Parigi Orly ma, come reso noto dalla newsroom di Air France, ha avuto un problema di stallo del compressore proprio durante il decollo. Il pilota ha quindi chiesto un atterraggio di emergenza a Roissy-Charles de Gaulle, manovra che ha tuttavia comportato lo svuotamento completo del serbatoio. Il velivolo e' atterrato senza problemi a Rossy alle 11.45 e i passeggeri sono stati trasferiti su un altro aereo che ha preso il volo nel primo pomeriggio. Un portavoce della compagnia aerea ha precisato che lo svuotamento del serbatoio e' "una misura eccezionale" e "a discrezione dell'equipaggio" ma "richiede l'autorizzazione del controllo del traffico aereo". L'obiettivo e' alleggerire il velivolo prima della manovra di atterraggio.

"Da una parte lo Stato ci impone una normativa fra le piu' rigide di Francia per proteggere la foresta, dall'altra consente questo tipo di manovre aeree. Non ha senso", ha attaccato ancora il sindaco, parlando con Le Parisien. Il Boeing 777-200 e' il piu' grande jet al mondo ed ha un serbatoio con una capacita' tra i 117mila e i 181mila litri di kerosene. Considerando che era appena decollato, la quantita' di carburante finita nella foresta dell'Ile de France dovrebbe essere notevole. (AGI)