"JeSuisCharlie e' mio", corsa a registrare il brand

(AGI) - Parigi, 14 gen. - E' nata sull'onda dell'emozione perla strage contro il settimanale satirico ed e' divenutaimmediatamente un simbolo ripreso in tutto il mondo: ma ora,'Je Suis Charlie', la celebre scritta bianca su fondo nero,rischia di diventare materia legale di scontro per laproprieta' intellettuale dell'immagine. A denunciarlo e' ilcreatore, Joachim Roncin, secondo cui solo in Francia oltre 50persone hanno tentato di depositare il marchio, nel tentativodi commercializzarlo. Contro questa deriva si e' schieratoRoncin, che alla Bbc sottolinea come sia "orribile pensareanche solo per un secondo che qualcuno possa

(AGI) - Parigi, 14 gen. - E' nata sull'onda dell'emozione perla strage contro il settimanale satirico ed e' divenutaimmediatamente un simbolo ripreso in tutto il mondo: ma ora,'Je Suis Charlie', la celebre scritta bianca su fondo nero,rischia di diventare materia legale di scontro per laproprieta' intellettuale dell'immagine. A denunciarlo e' ilcreatore, Joachim Roncin, secondo cui solo in Francia oltre 50persone hanno tentato di depositare il marchio, nel tentativodi commercializzarlo. Contro questa deriva si e' schieratoRoncin, che alla Bbc sottolinea come sia "orribile pensareanche solo per un secondo che qualcuno possa appropriarsi diquesto slogan pieno di speranza". "Voglio che questo messaggiorimanda puro", ha aggiunto, ricordando i milioni dimanifestanti scesi in strada a Parigi, come a Londra, New Yorke in tutto il mondo, "urlando questo messaggio". "Sareidisgustato se qualcuno tentasse di farci i soldi", ha concluso.Finora, l'unico che ha potuto utilizzare l'immagine originale,con il permesso dell'autore, e' stata l'organizzazioneinternazionale "Reporter Sans Frontieres", mentre Roncin haconsultato un avvocato per evitare lo sfruttamento commerciale.(AGI) .