"Aumentare salari piu' bassi", e Obama vola nei sondaggi

(AGI) - Washington, 30 giu. - Barack Obama intende innalzare lasoglia minima di stipendio che consente ai dipendenti dicontinuare ad avere diritto al pagamento agli straordinari. Almomento solo chi guadagna 23.660 dollari l'anno ha diritto astraordinari, dopo 40 ore di lavoro settimanali. Il presidente,ha annunciato in un pezzo per l'Huffington Post, intendeportare la soglia a 50.440 dollari. La misura potrebberiguardare 5 milioni di dipendenti. E cosi', per la prima volta in piu' di due anni, lapopolarita' di Barack Obama nei sondaggi e' risalita al 50%. Lameta' degli americani e' soddisfatta del

(AGI) - Washington, 30 giu. - Barack Obama intende innalzare lasoglia minima di stipendio che consente ai dipendenti dicontinuare ad avere diritto al pagamento agli straordinari. Almomento solo chi guadagna 23.660 dollari l'anno ha diritto astraordinari, dopo 40 ore di lavoro settimanali. Il presidente,ha annunciato in un pezzo per l'Huffington Post, intendeportare la soglia a 50.440 dollari. La misura potrebberiguardare 5 milioni di dipendenti. E cosi', per la prima volta in piu' di due anni, lapopolarita' di Barack Obama nei sondaggi e' risalita al 50%. Lameta' degli americani e' soddisfatta del lavoro del presidente,cosa che non accadeva dal marzo 2013, nella settimana in cuisono arrivate le sentenze della Corte Suprema sul via liberaalle nozze gay e sulla riforma sanitaria, oltre al si' delCongresso alla sua politica commerciale. Il gradimento nei confronti di Obama e' salito di 5 puntirispetto al 45% dell'ultimo sondaggio (Cnn a maggio) quando ildissenso aveva toccato il 52%. Il sondaggio registra anche un55% di americani che approvano la sua politica sulla questionerazziale, al termine di una settimana in cui Obama ha mostratogrande coinvolgimento nelle vicende legate alla strage diCharleston. Il gradimento nei confronti del presidente calapero' al 42% in merito alla linea sulla necessita' di unastretta sulle armi da fuoco. (AGI)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it