Vivendi attacca Mediaset, "gonfiati conti di Premium"

Cda del colosso francese sulla rottura della trattativa: "Fornite cifre non realiste"

Vivendi attacca Mediaset, "gonfiati conti di Premium"
mediaset 

Milano - Durissimo comunicato del Cda di Vivendi sulla trattativa interrotta con Mediaset, accusata dal colosso francese di aver gonfiato i conti di Premium: "In base all'audit condotto da Deloitte e dalle nostre analisi sui conti di Mediaset Premium, le cifre fornite prima della firma (dell'accordo di cessione) non sono realiste e posano su una base aumentata artificialmente", si legge nella nota. Vivendi ha accusato Mediaset e Fininvest di aver "bruscamente proceduto al lancio di attacchi mediatici che hanno leso gli interessi e l'immagine di Vivendi" quando c'erano ancora contatti in corso. In più, a detta del gruppo francese, la Commissione europea "in ogni caso" non avrebbe dato il via libera all'accordo tra Mediaset e Vivendi entro il 30 settembre, per cui a quella data "il contratto sarebbe comunque decaduto".

Nonostante la dura nota ufficiale, da fonti vicine al colosso francese si apprende che Vivendi "spera di trovare un accordo" con Mediaset sul dossier Premium.

Intanto nella giornata il  titolo Mediaset ha perso il 2,4% dopo il balzo degli ultimi giorni, proprio in attesa del consiglio di amministrazione di Vivendi. Il Biscione aveva ingaggiato una battaglia legale da due miliardi con i francesi dopo il loro passo indietro sull'accordo siglato lo scorso aprile e che prevedeva lo scambio azionario del 3,5% del capitale insieme al passaggio di Premium sotto le insegne transalpine. Vivendi ha però proposto un accordo alternativo, preoccupata dopo aver analizzato i conti della pay-tv che non avrebbero dato garanzie di sostenibilità. L'offertta è stata rispedita al mittente da Mediaset, che ha fatto causa chiedendo di eseguire il contratto vincolante e dei danni per il ritardo accumulato; all'azione legale ha fatto seguito quella della controllante Fininvest. (AGI)