Usa: ok Sec a piattaforma che frena il trading super veloce

Usa: ok Sec a piattaforma che frena il trading super veloce
 wall street borse borsa - afp

Washington - Semaforo verde della Sec, la Consob Usa, a un nuovo operatore di borsa, la piattaforma della società IEX, che consente di rallentare di 350 millesimi di secondo l'esecuzione degli ordini. Questo micro-rinvio tra la richiesta e l'esecuzione degli ordini di borsa consente di mettere tutti gli investitori allo stesso livello, disinnescando le speculazioni super-veloci.

Il trading super veloce, o high frequency trading, è un sistema di scambio basato su modelli algoritmici che si concentra in particolare sulle operazioni sui future, le scommesse sui derivati, garantendo grossi profitti ai grandi operatori e un sistematico danno per i piccoli operatori di borsa. In pratica il trading super veloce, garantendo alti guadagni agli operatori aggressivi, grazie alle variazioni marginali di prezzo ottenute piazzando migliaia di ordini al secondo, si traduce in un vantaggio competitivo di dubbia liceità e che sfugge al controllo dei regolatori e viene scaricato sui piccoli investitori, che non dispongono degli stessi strumenti algoritmici.

Il rinvio dell'esecuzione degli ordini consente di impedire il trading super veloce, riportando tutti gli investitori alla stessa base di partenza. "La nostra decisione - spiega il presidente della Sec, Mary Jo White - intende promuovere la concorrenza e l'innovazione da cui i nostri mercati dipendono. La piattaforma IEX, lanciata nel 2013 Brad Katsuyama, è diventata nota grazie al libro di successo "Flash Boys" del giornalista americano, Michael Lewis, che ha raccontato la ribellione dei piccoli operatori contro il trading super veloce, che mette in pericolo gli investitori tradizionali, approfittando del'alta tecnologia. (AGI)