Un pensionato su due sotto i mille euro

(AGI) - Roma - Quasi un pensionato su due, il 42,5%,pari a circa 6,5 milioni di individui, percepisce un redditopensionistico medio  

(AGI) - Roma, 20 ott. - Quasi un pensionato su due, il 42,5%,pari a circa 6,5 milioni di individui, percepisce un redditopensionistico medio inferiore a mille euro mensili. Tra questi,il 12,1% non arriva a 500 euro al mese. E' quanto si legge nelbilancio sociale 2014 dell'Inps, secondo cui nelle classi diimporto piu' basse sono concentrate le donne. Dei 15,5 milionidi pensionati, 724 mila, pari al 4,6%, hanno un reddito mediomensile di oltre 4.300 euro. Il reddito medio piu' basso e' deipensionati residenti al sud: 1.151 euro; al nord si sale a1.396 euro, mentre al centro si arriva a 1.418 euro. Secondo il bilancio, la spesa per gli ammortizzatorisociali e' stata nel 2014 di 22,6 miliardi, con una contrazionerispetto al 2013 di 998 milioni di euro, pari al 4,2%. Al nettodei contributi figurativi, la spesa e' risultata pari a 14,407miliardi, con una diminuzione dello 0,7% rispetto al 2013. Laspesa e' ripartita in 6,1 miliardi per la Cassa integrazione,13,1 miliardi per le indennita' di disoccupazione e 3,4miliardi per le indennita' di mobilita'. Rispetto al 2013 siregistra una flessione di spesa sia per la Cig nel suocomplesso di circa 592 milioni di euro (-8,8%), sia per leindennita' di disoccupazione di 495 milioni (-3,6%), mentre perle indennita' di mobilita' si assiste a un incremento dellaspesa di 89 milioni (+2,7%). Il flusso annuo dei lavoratoribeneficiari della Cig e' stato di circa 1,2 milioni, control'1,5 milioni del 2013, con una riduzione del 21,3%, mentre lamobilita' ha interessati oltre 350.000 persone e le indennita'di disoccupazione nel loro complesso circa 3 milioni. Il bilancio sociale rivela inoltre che l'Inps ha accumulatoun disavanzo complessivo di 7 miliardi, con un miglioramento diquasi due miliardi rispetto a quello del 2013 (-8,7 miliardi).La gestione economico patrimoniale presenta un risultato diesercizio negativo pari a 12.485 milioni, in lievemiglioramento (+361 milioni) rispetto al disavanzodell'esercizio 2013, pari a 12.846. (AGI)