Ue: Corte boccia Bce in disputa con Londra su controparti centrali

(AGI) - Bruxelles - Il Tribunale dell'Unione europea hadato oggi ragione alla Gran Bretagna nel caso che la opponevaalla Banca centrale  [...]

(AGI) - Bruxelles, 4 mar. - Il Tribunale dell'Unione europea hadato oggi ragione alla Gran Bretagna nel caso che la opponevaalla Banca centrale europea sulla localizzazione delleprincipali controparti centrali che gestiscono transazioni ineuro. La Bce aveva stabilito nel 2011 che queste istituzionifinanziarie debbano essere situate all'interno dell'Eurozona,cosa che avrebbe colpito severamente Londra, cioe' ilprincipale centro finanziario europeo, dove controparticentrali sono esposte a transazioni in diverse valute, compresol'euro. La Gran Bretagna stimava di perdere un enorme girod'affari attualmente centrato su Londra, se la decisione dellaBce fosse stata confermata dal Tribunale Ue, che e' un organodella Corte di giustizia europea dedicato a dirimere le disputetra stati Ue e istituzioni comunitarie. In una nota stampadiffusa oggi dalla Corte Ue, si legge che il Tribunale "annullail quadro di riferimento per le politiche di sorveglianzadell'Eurosistema pubblicato dalla Bce, nella parte in cuistabilisce a carico delle controparti centrali un requisito diubicazione all'interno di uno Stato membro dell'Eurosistema."Le controparti centrali sono gli intermediari che garantisconole transazioni nei mercati finanziari. In Italia questo ruoloe' svolto dalla Cassa di compensazione e garanzia. (AGI) .