Tsipras "accordo dopo 48 ore referendum" I Si' superano i No, il

(AGI) - Atene, 3 lug. - Quando mancano ormai solo 48 ore dalsondaggio voluto dal governo Tsipras, in teoria sull'ultimaproposta di aiuti avanzata dall'Eurogruppo alla Grecia,crescono i si', al 44,8% e arretrano al 43,4% i no. E' quantoemerge da un sondaggio pubblicato stamane dal quiotidianoEthnos secondo il quale, ancor piu' significativamente, lanetta maggioranza dei greci, il 74% vuole restare nell'Eurozonamentre solo il 15% vuole tornare alla dracma. Carne e medicinecominciano a scarseggiare nelle isole greche perche' i localinon hanno piu' soldi per pagare i fornitori stranieri; e dunquecominciano i primi

(AGI) - Atene, 3 lug. - Quando mancano ormai solo 48 ore dalsondaggio voluto dal governo Tsipras, in teoria sull'ultimaproposta di aiuti avanzata dall'Eurogruppo alla Grecia,crescono i si', al 44,8% e arretrano al 43,4% i no. E' quantoemerge da un sondaggio pubblicato stamane dal quiotidianoEthnos secondo il quale, ancor piu' significativamente, lanetta maggioranza dei greci, il 74% vuole restare nell'Eurozonamentre solo il 15% vuole tornare alla dracma. Carne e medicinecominciano a scarseggiare nelle isole greche perche' i localinon hanno piu' soldi per pagare i fornitori stranieri; e dunquecominciano i primi problemi per i turisti che, sfidando ilrischio default, hanno deciso di avventurarsi comunque nei mariellenici. Secondo il sito del quotidiano grecoKathimirini, in diverse isole Cicladi i turisti stanno gia'avendo i primi problemi. Lo riferisce la Camera di Commerciodelle isole, che ha chiesto al governo di esperire tutte leopzioni per evitare l'aggravarsi della situazione. Glialbergatori temono di trovarsi ben presto a corto dideterminati cibi e bevande e di dover addirittura chiudere ibattenti. Il che vuol dire che, dopo il 2014 -anno record peraffluenza turistica- il turismo quest'anno potrebbe subire unabrusca battuta d'arresto. I primi segnali gia' si vedono:l'associazione delle Aziende turistiche greche ha riferitogiovedi' che negli ultimi giorni le prenotazioni sono crollatedel 30/40%; il che, tradotto in termini numerici, significa che240mila almeno non si sono materializzati. (AGI) .