Toyota: executive Usa si dimette dopo arresto per droga

(AGI) - Tokyo, 1 lug. - L'americana Julie Hamp, la piu'importante executive donna di Toyota, si e' dimessa dopo esserestata arrestata a Tokyo perche' sospettata di aver importatodroga in Giappone. Lo annuncia la societa' giapponese spiegandodi aver accettato le dimissioni presentate dalla Hamp "dopoaver considerato le preoccupazioni e gli inconvenienti causatiai nostri azionisti dai recenti eventi". Hamp e' stata arrestata in un hotel di Tokyo dopo esserestata trovata in possesso di un pacchetto di Oxycodone, unoppiaceo il cui possesso, se dotati di prescrizione medica none' illegale, ma che, se importato in

(AGI) - Tokyo, 1 lug. - L'americana Julie Hamp, la piu'importante executive donna di Toyota, si e' dimessa dopo esserestata arrestata a Tokyo perche' sospettata di aver importatodroga in Giappone. Lo annuncia la societa' giapponese spiegandodi aver accettato le dimissioni presentate dalla Hamp "dopoaver considerato le preoccupazioni e gli inconvenienti causatiai nostri azionisti dai recenti eventi". Hamp e' stata arrestata in un hotel di Tokyo dopo esserestata trovata in possesso di un pacchetto di Oxycodone, unoppiaceo il cui possesso, se dotati di prescrizione medica none' illegale, ma che, se importato in Giappone senzaautorizzazione, comporta fino a 10 anni di detenzione. La55enne manager americana di Toyota ha spiegato alle autorita'di polizia di aver comprato il farmaco negli Usa e averloutilizzato per alleviare il dolore a un ginocchio. L'inchiestadella polizia giapponese e' ancora in corso e secondoindiscrezioni la Hart si sarebbe fatta mandare il farmaco perposta dal padre, il che secondo la legge nipponica e' illegale.(AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it