Tesoro, entrate tributarie e contributive +1,6% a giugno

Nel semestre salgono anche gli incassi da ruolo, +3,5%

Tesoro, entrate tributarie e contributive +1,6% a giugno
 tasse, fisco, reddito, economia, evasione

Roma - Le entrate tributarie e contributive nel primo semestre del 2016 mostrano nel complesso una crescita di 4.980 milioni di euro (+1,6 per cento) rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente. La dinamica osservata e' la risultante della crescita delle entrate tributarie (+2.624 milioni di euro, +1,2 per cento) e delle entrate contributive in termini di cassa (+2.356 milioni di euro, +2,3 per cento). Lo rende noto il ministero dell'Economia e della Finanze.

Nei primi sei mesi del 2016, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 203.477 milioni di euro, con un incremento di +8.374 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (+4,3 per cento). Per un confronto omogeneo il gettito del periodo gennaio-giugno 2016 deve essere pero' neutralizzato dei risultati negativi registrati per l'imposta di bollo e il canone di abbonamento radio e TV. In relazione al gettito dell'imposta di bollo la flessione registrata nel mese di aprile (-1.834 milioni di euro), nella componente dell'imposta assolta in modalita' virtuale, e' dovuta alla possibilita' di scomputare l'acconto versato l'anno precedente dall'acconto da versare nell'anno corrente nel mese di aprile. Le imposte dirette ammontano a 111.708 milioni di euro (+4.894 milioni di euro, +4,6 per cento) e quelleindirette a 91.769 milioni di euro (+3.480 milioni di euro, +3,9 per cento). La variazione di gettitoriscontrata sulle imposte dirette e' legata all'andamento dell'Irpef che cresce di 4.229 milioni di euro (+5,1per cento) rispetto al 2015. La variazione nel gettito delle ritenute effettuate sui redditi dei dipendentidel settore privato rimane la voce piu' significativa +2.499 milioni di euro (+6,7 per cento), di cui circa 937milioni di euro derivanti dalla nuova modalita' di compensazione dei rimborsi da assistenza fiscaleeffettuati dai sostituti d'imposta. I versamenti in autotassazione effettuati alla scadenza del 16 giugno2016 hanno evidenziato nel periodo gennaio-giugno 2016 un incremento sia dell'IRPEF (+1.200 milioni dieuro, pari a +52,5%) sia dell'IRES (+1.466 milioni di euro, pari a +15,9%).

Tra le imposte indirette, le entrate IVA ammontano a 53.707 milioni di euro (+4.202 milioni di euro, +8,5per cento). L'andamento dell'imposta sul valore aggiunto presenta una variazione positiva nellacomponente degli scambi interni di 4.919 milioni di euro (+11,4 per cento), di cui 5.175 milioni di euro dicrescita derivano dai versamenti da "split payment". Le poste correttive nel periodo gennaio-giugno 2016 ammontano a 17.549 milioni di euro (+3.240 milioni dieuro, +22,6 per cento), e sono in aumento rispetto al corrispondente periodo dell'anno scorso poiche',come gia' osservato nel paragrafo 1.1, risentono degli effetti derivanti dall'applicazione delle disposizionidel D.lgs 175/2014 relativi al meccanismo dei rimborsi da assistenza fiscale. Le compensazioni relativealle imposte indirette attribuibili all'IVA sono in crescita (+1.036 milioni di euro, +13,6 per cento). Inaumento anche le vincite del gioco del lotto (+338 milioni di euro, +11,6 per cento). Le entrate tributarie del bilancio dello Stato incassate nei primi sei mesi del 2016 ammontano a 197.414 milioni di euro e crescono rispetto allo stesso periodo del 2015 di 10.284 milioni di euro (+5,5 per cento). In aumento le imposte dirette che ammontano a 109.914 milioni di euro (+6.186 milioni di euro, +6,0 per cento). In crescita le imposte indirette che ammontano a 87.500 milioni di euro (+4.098 milioni di euro, +4,9 per cento). Si evidenzia la variazione positiva del gettito Iva (+5.221 milioni di euro, +10,6 per cento) per effetto sia dei 3.343 milioni derivanti dall'Iva versata dalle P.A. c.d. split payment (L. n. 190/2014) sia dei 1.573 milioni di euro della quota di gettito dell'acconto Iva di competenza del 2015 riversato all'erario in conto residui nel mese di gennaio 2016.

Nel periodo gennaio-giugno 2016 il gettito derivante dai ruoli si e' attestato a 4.288 milioni (+144 milioni di euro, pari a +3,5 per cento) di cui: 2.564 milioni di euro (-168 milioni di euro, pari a -6,1 per cento) sono affluiti dalle imposte dirette e 1.724 milioni di euro (+312 milioni di euro, pari a +22,1 per cento) dalle imposte indirette. Lo rende noto il ministero dell'Economia e della Finanze. Da evidenziare che la crescita e' piu' sostenuta se si considerano le entrate da "collaborazione volontaria" (voluntary disclosure) che nei primi sei mesi dell'anno ammontano a 1.032 milioni di euro. Tali entrate risultano contabilizzate nell'aggregato Bilancio dello Stato. (AGI)