Terremoto: Cia, bene Decreto risorse indispensabili ad agricoltura

Terremoto: Cia, bene Decreto risorse indispensabili ad agricoltura
 Dino Scanavino presidente cia

Roma - Poter avere risorse dedicate a disposizione e' indispensabile alle imprese agricole e zootecniche per ripartire dopo il sisma. Ecco perche' la Cia valuta positivamente il piano di azioni specifico per il settore reso noto dal Mipaaf e contenuto nel Decreto terremoto approvato oggi in Consiglio dei ministri.
"Le misure annunciate, come l'indennizzo fino al 100% dei danni ai beni immobili e mobili a uso produttivo agricolo, il piano strategico di rilancio da 220 milioni di euro e la sospensione dei pagamenti fino al 2018, sono necessarie e dovute -spiega il presidente nazionale Dino Scanavino-. D'altra parte, aiutare la ricostruzione e il rilancio delle attivita' agricole e agroalimentari e' fondamentale per mantenere vivo il tessuto economico dell'area, visto che si tratta di zone a forte vocazione rurale".
"Noi intanto, come Cia, continuiamo le nostre azioni di sostegno alle popolazioni e agli agricoltori colpiti -aggiunge Scanavino- dalla sottoscrizione di solidarieta' tra gli associati all'offerta di ospitalita' presso gli agriturismi aderenti alla rete di Turismo Verde dislocati tra Lazio, Marche, Abruzzo e Umbria; dalla raccolta fondi per il settore tramite la vendita del 'kit amatriciana solidale' al camper e alle roulotte che 'fanno servizio' nelle aree terremotate per garantire, alle imprese agricole dislocate nei comuni colpiti, una continuita' per l'assistenza tecnica, fiscale e previdenziale".(AGI)