Terremoto: arrivano le prime caciotte solidali salva mucche

(AGI) - Roma, 2 set. - Al via la prima iniziativa con un impatto economico diret...

Terremoto: arrivano le prime caciotte solidali salva mucche
Caciotte solidali Coldiretti mungiture mucche (twitter Coldiretti)

(AGI) - Roma, 2 set. - Al via la prima iniziativa con un impatto economico diretto sul territorio per fermare l'abbandono con il lavoro per la popolazione, che nelle campagne terremotate significa soprattutto salvare le stalle. E' quanto afferma la Coldiretti che offre la possibilita' di acquistare le prime caciotte solidali "salva mucche" rese possibili da una mobilitazione straordinaria per garantire ogni giorno la mungitura e l'alimentazione delle mucche sopravvissute, raccogliere quotidianamente il latte su strade dissestate o chiuse, organizzare la trasformazione nella cooperativa che raccoglie e trasforma la gran parte del latte proveniente dalle stalle delle aree terremotate, da Amatrice a Norcia.
La presentazione dell'iniziativa con la messa in vendita delle prime caciotte solidali e' alle ore 10,00 di sabato 3 settembre a Roma in via di San Teodoro 74 nel mercato di Campagna Amica al Circo Massimo per poi estendersi nei mercati degli agricoltori in tutta Italia. L'obiettivo e' stato raggiunto attraverso l'impegno per garantire la funzionalita' delle stalle dove servono mangimi, acqua, energia, attrezzature per la mungitura e ricoveri sicuri per le mucche ma anche il superamento del grave problema della conservazione e della raccolta del latte con frane e smottamenti sulle strade rurali distrutte o interrotte. Far vivere le stalle significa far ripartire l'economia e l'occupazione salvaguardando l'identita' culturale e produttiva per contrastare l'abbandono in un territorio senza alternative all'agricoltura.
Nell'occasione gli agriturismi della Coldiretti prepareranno nel punto ristoro la pasta con l'unico sugo all'amatriciana fatto realmente con ingredienti al 100% Made in Italy, dal grano nazionale impiegato nella pasta al pomodoro, dal pecorino romano fino al guanciale ottenuto da maiali allevati in Italia. Per ogni piatto consumato saranno destinati 2 euro ad azioni di sostegno alle popolazioni delle aree terremotate, con l'adesione alla campagna di solidarieta' globale fondata sulla valorizzazione del piatto tipico della localita' piu' colpita dal sisma.Accanto agli agricoltori della Coldiretti coinvolti nella tragedia del sisma ci sara' il presidente nazionale Roberto Moncalvo assieme ai rappresentanti delle Istituzioni, dell'economia, della societa' civile e dei consumatori.
Per consentire ad agricoltori, cittadini, strutture economiche e cooperative lungo tutta la Penisola di collaborare in questa azione di solidarieta' e' stato aperto uno specifico conto corrente denominato "COLDIRETTI PRO-TERREMOTATI" (IBAN: IT 74 N 05704 03200 000000127000). (AGI)


Bru