Stabilita': Italia chiede alla Ue ulteriore flessibilita' dello 0,1%

(AGI) - Roma - L'Italia chiede alla Ue per il 2016 unulteriore 0,1% di flessibilita' rispetto agli obiettivi dimedio termine (Mto)  

(AGI) - Roma, 17 ott. - L'Italia chiede alla Ue per il 2016 unulteriore 0,1% di flessibilita' rispetto agli obiettivi dimedio termine (Mto) "sulla base delle riforme strutturalirealizzate, come la legge sulla bancarotta e quella sultrattamento fiscale dei prestiti bancari in sofferenza.L'obiettivo e' quello di rafforzare la crescita a mediotermine". Lo scrive il ministro dell'Economia, Pier CarloPadoan, nella lettera di presentazione inviata al CommissarioUe Moscovici, che allega il ddl stabilita'. Padoan sottolineaanche "l'importante riforma istituzionale appena approvata dalSenato". Naturalmente l'Italia usera' la flessibilita' gia'prevista dalla Ue per le riforme strutturali e per gliinvestimenti. L'Italia chiede anche l'attenzione della Ue sucome "la crisi dei rifugiati" possa incidere sulla spesapubblica e quindi sul patto di Stabilita' e Crescita. Padoan sidice pronto a fornire "ulteriori informazioni e dettagliaggiuntivi" sulle risorse finanziarie necessarie per far fronteallo "straordinario" afflusso di migranti sul territorioitaliano. Oltre alla lettera, Padoan ha inviato a Moscovici ilDocumento Programmatico di Bilancio 2016, il comunicato delConsiglio dei Ministri del 15 ottobre scorso, che ha approvatoil ddl di stabilita' 2016, il bilancio di previsione per l'annofinanziario 2016 e il bilancio pluriennale per il triennio2016-2018. .