Squinzi, "aboliamo l'art.18". La Uil apre, "pronti a discutere"

(AGI) - Roma  - "Sono favorevole ad eliminarel'articolo 18, ormai e' un mantra, che in tutto il mondo ciaddossano come paese".    [...]

Squinzi, "aboliamo l'art.18". La Uil apre, "pronti a discutere"

(AGI) - Roma, 21 set. - "Sono favorevole ad eliminarel'articolo 18, ormai e' un mantra, che in tutto il mondo ciaddossano come paese". Lo sostiene il presidente diConfindustria, Giorgio Squinzi, nel corso de L'Intervista diMaria Latella su SkyTg24. "Parlando in tutto il mondo -aggiunge - ci dicono che in Italia non si puo' investireperche' c'e' l'articolo 18 e quando assumi un dipendente lo faiper la vita". "L'opinione prevalente in tutto il mondo -precisa Squinzi - e' che i vincoli posti dall'articolo 18 sonoinsormontabili. Poi possiamo anche essere d'accordo che intermini percentuali l'incidenza degli articoli 18 e' diventatapiuttosto limitata, perche' negli ultimi anni si assume concontratti a tempo determinato e ci sono altre forme diflessbilita'".

Uil: Angeletti, pronti a discutere sull'articolo 18

Tuttavia, aggiunge, "ritengo che faccia bene ilpremier Renzi a esprimersi a favore dell'abolizionedell'articolo 18. Il tutto deve essere ovviamente inquadrato inuna riforma del mercato del lavoro che secondo me dovrebbeportare a un contratto a tempo indeterminato che siaconveniente per le imprese e per i lavoratori, eliminando tuttauna serie di complicazioni e di flessibilita' che non aiutano acomprendere bene quello che succede nel mondo del lavoro". Ilpresidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, sostiene poi cheil "nostro sistema con le cig speciali e in deroga e'sbagliato, perche' permette di continuare la finzione cheaziende esistano ancora quando invece hanno chiuso e sonodecotte". Squinzi lancia la sua proposta: "La cassaintegrazione deve essere uno strumento importante per aziendein difficolta' ma che abbiano prospettive di rilancio: ladurata dovrebbe essere al massimo di una anno". .