Sciopero: precettati i ferrovieri; Cgil-Uil "atto gravissimo"

(AGI) - Roma, 11 dic. - "La precettazione dei ferrovieri decisadal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture e' un fattogravissimo nella sostanza e per le modalita' con cui e'maturato". E' quanto si legge in una nota congiunta deisegretari generali di Cgil e Uil, Susanna Camusso e CarmeloBarbagallo. "Non era mai successo che nell'immediata vigilia di unosciopero generale fosse assunta una tale decisione - aggiungonoi segretari di Cgil e Uil - per di piu' contravvenendo allenorme e procedure previste in materia dalla legge. Peraltro, inprecedenti analoghe circostanze, la verifica dell'eventualecompressione del

(AGI) - Roma, 11 dic. - "La precettazione dei ferrovieri decisadal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture e' un fattogravissimo nella sostanza e per le modalita' con cui e'maturato". E' quanto si legge in una nota congiunta deisegretari generali di Cgil e Uil, Susanna Camusso e CarmeloBarbagallo. "Non era mai successo che nell'immediata vigilia di unosciopero generale fosse assunta una tale decisione - aggiungonoi segretari di Cgil e Uil - per di piu' contravvenendo allenorme e procedure previste in materia dalla legge. Peraltro, inprecedenti analoghe circostanze, la verifica dell'eventualecompressione del diritto alla mobilita' veniva effettuatasuccessivamente allo svolgimento della manifestazione: unacompressione che, in questo caso, siamo certi non siverifichera' affatto". Secondo Camusso e Barbagallo, "il danno, poi, si aggiungeanche la beffa: il Ministero, a precettazione gia' effettuata,ci ha convocato per oggi pomeriggio. Di cosa dovremmodiscutere, ora? Siamo di fronte a un inequivocabile atto dilesione del diritto di sciopero sancito dall'articolo 40 dellaCostituzione: un atto discriminatorio nei confronti di unaparte di nostri concittadini. Ecco perche' questa vicenda va aldi la' del caso specifico, mettendosi in discussione una dellemassime espressioni della democrazia nel nostro Paese. E'nostra intenzione investire dell'accaduto le massime carichedello Stato". (AGI)